• Come superare una rottura.

    By on Oct. 25, 2013

    Alcune storie d'amore non sono romanzi epici, sono solo racconti brevi.

  • La casa è dove si trova il cuore

    By on Oct. 22, 2013

    Trasferirsi in un Paese straniero non vuol dire solo trovare lavoro, casa, e spostare le proprie cose in una nuova città. Vuol dire anche trovare nuovi amici e fare i conti con una nuova cultura, fare posto nel proprio cuore ad una nuova Casa.

    Casa è dove si trova il cuore.

    Sandra Gramm 

  • La mia nuova vita

    By on Oct. 22, 2013

    "Sono peruviana e vivo in Portogallo. La mia vita è diversa: queste foto riflettono la mia felicità. Né la crisi, né la disoccupazione possono scalfirla, perché l'amore e la coesione della mia famiglia mi fanno capire che la scelta di emigrare, è stata una scelta saggia".

     Alicia

  • Vienna: il campus universitario del futuro

    By on Oct. 21, 2013

    Il nuovo campus dell'Università di Economia di Vienna (Wirtschaftsuniversität Wien) è stato aperto ufficialmente all'inizio di ottobre. Con i suoi sei edifici costruiti su nove ettari di terreno, è attualmente il più grande campus dell'Unione europea, nonché il più innovativo.

  • Il menù di Varsavia: larve, locuste e tarli

    By on Oct. 14, 2013

    Continuo a pensare che gli insetti stiano meglio in un acquario che su un tavolo da pranzo. Tuttavia, avendo già provato a mangiare scorpione e serpente in Vietnam, mi sono lanciato in un'altra sfida: gustare insetti nella capitale polacca. Ecco il cibo all'ultima moda di Varsavia.

  • Homo Erasmus: la festa infinita 

    By on Oct. 14, 2013

    In venticinque anni, il programma Erasmus ha dato adito a molti dubbi, fino a sollevare, di recente, la questione della sua utilità. Nel suo sarcastico libro, Léos Van Melckebeke, studente francese, dipinge un ritratto dell'Homo Erasmus che è, allo stesso, tempo grottesco e inquietante. Ecco l'intervista con l'autore.

  • Una catena per la Catalogna

    By on Sept. 17, 2013

    Lo scorso 11 settembre, più di 1,6 milioni persone si sono prese per mano in Catalogna creando una vera e propria catena umana che ha percorso tutta la costa del Mediterraneo, dalla Francia fino alla Comunità valenzana.